Get Adobe Flash player
Home Sport
Condividi

Sport - Notizie dalla regione Umbria

Giornata Biancorossa per l'Acd Bastia

Sport

In occasione del "derby" Acd Bastia 1924 e Angelana, sabato 16 gennaio, la società sportiva del Presidente Sandro Mammoli ha deciso di organizzare la Giornata Biancorossa. La manifestazione inizierà a ridosso dell'inizio della partita di calcio che si disputerà a partire dalle 14.45, ma la festa vera e propria prenderà piede alle 14.20. 

Il programma prevede la sfilata, davanti alle tribune, di tutte le squadre del settore giovanile. Una quindicina di squadre (circa 250 giovani calciatori dai 6 a 16 anni). A loro si aggiungerà la juniores e, prima dell'incontro, al gruppo si aggregherà anche la Prima squadra che, di lì a poco, disputerà il derby con l'Angelana. "Sarà l'occasione - annuncia il Direttore generale, Moreno Marchi - per realizzare una maxi foto davanti alla tribuna che sarà addobbata con seicento palloncini biancorossi con lo scudetto del Bastia". 
Tutti i piccoli calciatori avranno in mano una bandierina con i colori sociali della squadra. "Ne abbiamo fatte preparare 200 - spiega Marchi - dalla ditta Arredamento 2P che ce le sta cucendo gratis". Al centro del campo, al momento del fischio di inizio, è previsto il lancio dei palloncini che solleveranno la scritta "Forza Bastia". A tutto questo si aggiungeranno anche quattro trampolieri vestiti in biancorosso. Per finire e dopo la partita si farà bisboccia con la famosa porchetta di Costano. Un buon viatico, quindi, per cominciare l'anno nel segno della continuità. Tutte le partite giocate in casa, infatti, sono state contraddistinte da iniziative di carattere aggregativo. 
"La differenza - dice il DG - è che, mentre negli anni passati, la giornata biancorossa serviva ad aumentare il prezzo del biglietto, e a far pagare anche gli abbonati, quest'anno abbiamo organizzato per Bastia una prevendita (pur facendo pagare tutti) a 5 euro". I biglietti, quindi, sono disponibili e possono essere ancora acquistati. Chi andrà allo stadio, invece, pagherà il biglietto regolare di 10 euro. "Avranno invece - annuncia Marchi - ingresso gratuito tutti i ragazzi del settore giovanile del Bastia e quelli dell'Angelana". L'obiettivo, quindi, è quello di organizzare una grande festa sportiva. 
"L'intento - afferma il Direttore Generale - è quello di riavvicinare la società sportiva dell'Acd Bastia 1924 alla Città. Vogliamo che questa iniziativa sia un prodromo affinché ci sia futuro e prospettiva per la società". A questo di appello fa eco quello del Presidente Sandro Mammoli: "Abbiamo bisogno che le forze economiche della città si avvicinino alla società sportiva, se non si vuol far morire il calcio a Bastia Umbra. Abbiamo la necessità che, chi ha a cuore le squadre e che magari vive nel mondo dell'impresa, ci dia una mano concreta per andare avanti". Mammoli, parlando di sé stesso, dice: "Mi sento molto solo, dal punto di vista imprenditoriale, in questa avventura e vorrei avere al fianco qualche imprenditore che contribuisca a mandare avanti l'aspetto finanziario della società. E l'aiuto serve adesso e non fra qualche mese, tenere in piedi un gruppo così grande non è affatto facile dal punto di vista economico e la Giornata Biancorossa deve anche essere l'occasione affinché chi può intervenire lo faccia". Speaker della manifestazione, Fabio Marracci.
 

Narnese - Bastia. Biancorossi pronti per il San Girolamo

Sport

In merito alla partita Narnese - Bastia 1924, il commento del Mister Roberto Borrello:  

"Abbiamo ricominciato gli allenamenti il due gennaio, allenandoci anche il tre e per tutta la settimana, – queste le parole di Roberto Borello, allenatore dell'ACD Bastia 1924, alla vigilia della partita Narnese Bastia 1924, gara valevole per la seconda giornata del girone di ritorno, in programma domenica 10 gennaio 2015, alle ore 14.30 allo stadio San Girolamo di Narni -. Ci siamo allenati bene, è un campo molto difficile, ma il morale della squadra dopo le feste l'ho trovato buono, poi quando si vedono i risultati si lavora con più serenità e tranquillità. I ragazzi – ha concluso il mister – saranno tutti disponibili, tranne Ceccarelli rimasto a letto con l'influenza". Sarà l'arbitro Matteo Melis della sezione di Perugia a dirigere la partita. Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Filippo Malacchi e Luca Benedetti entrambi della sezione di Foligno.
 

Domenica le grifone del Tuum contro Coveme San Lazzaro

Sport

Con la ripresa nel nuovo anno arriva il momento di riprendere il ritmo partita per tutte le squadre che si sono fermate durante le festività natalizie e, in questo senso, il collettivo della Tuum Perugia non fa eccezione. Dopo aver effettuato un'amichevole di cinque set contro la formazione del Montevarchi di categoria inferiore, le magliette nere tornano a puntare le loro attenzioni sul campionato di serie B1 femminile. Nel fine settimana si disputa l'undicesima giornata stagionale e l'impegno delle grifone è previsto in trasferta per domenica 10 gennaio con la sfida a una delle formazioni che insediano da vicino la posizione di classifica. Nella prima gara del 2016 l'ostacolo al di là della rete è la Coveme San Lazzaro, formazione che ha mantenuto una certa continuità di risultati. Uno scontro che si preannuncia sulla carta avvincente e dall'elevato tasso tecnico. 

Le emiliane del tecnico Claudio Casadio sono settime, due posizioni dietro alle umbre e con soli tre punti in meno, logico pertanto che attendersi una battaglia all'ultimo sangue nello scontro diretto per rimanere nella scia delle migliori. 
Anche le padrone di casa hanno disputato un test-match martedì sera, superando al tie-break la quotata Bologna, segnali di buona salute dunque per il collettivo felsineo che pare intenzionato a non perdere più terreno dalle fuggitive. 
Nel sestetto sanlazzarese, che solo due volte è uscito dal campo senza punti in questa stagione, trovano spazio elementi interessanti come le schiacciatrici Greta Pinali e Silvia Bussoli, le due migliori realizzatrici della squadra. 
Dalla parte opposta della rete la formazione del coach Fabio Bovari si prepara a vivere le nuove emozioni che questo tipo d’incontri sanno regalare con la consapevolezza di avere una ghiotta e ardua opportunità da sfruttare. 
Un match che riserva molte incertezze e che lascia aperta la porta a ogni risultato dato che la differenza tra le due contendenti è minima in virtù di un cammino simile, anche se le umbre hanno vinto sino a ora sette partite a dispetto delle rivali che se ne sono aggiudicate cinque. 
Decisivo per il risultato finale sarà la prestazione in attacco dell'opposta Jessica Puchaczewski (nella foto) nonché la performance a muro della centrale Corinna Cruciani che faranno di tutto per spingere le compagne al successo. 
Arbitreranno l'incontro Mirko Donati e Luca Russo.
Possibile sestetto San Lazzaro: Forni in regia, Miola opposta, Focaccia e Spada centrali, Pinali e Bussoli attaccanti di banda, Galetti libero.
Probabile starting-six Perugia: Baruffi ad alzare in diagonale a Puchaczewski, Cruciani e Mearini centrali, Catena e Barbolini attaccanti di banda, Chiavatti libero.
 

Gran Prix Fidal Umbria Intersport. La classifica delle Società

Sport

Con la conclusione delle gare del Gran Prix Fidal Umbria Intersport di corsa su strada è stata delineata anche la classifica delle società che hanno preso parte a quello che di fatto si è rivelato il campionato umbro di specialità. A trionfare è stata la Winner Foligno, che al termine di una lunga sfida con l'Atletica Avis Perugia ha conquistato nettamente il titolo regionale Fidal, confermandosi una delle più belle realtà dell'atletica leggera in Umbria. La squadra guidata dal presidente Gian Luca Mazzocchio ha chiuso infatti il lungo campionato con 6320 punti conquistati nelle trenta tappe, superando quindi l'Atletica Avis Perugia, che si è fermata a quota 5550. La squadra folignate si è distinta sia sotto l'aspetto qualitativo, riuscendo a distinguersi in molte delle classifiche individuali, senza tuttavia disdegnare quello quantitativo, grazie anche al fatto di aver avviato alla corsa diversi podisti con esperienze in altre discipline sportive o che non praticavano sport. Sono state comunque 24 le società Fidal che sono entrate in classifica, con il Cdp Perugia terzo a quota 4240, la Filippide Castiglione del Lago a 2720 e Marathon Città di Castello a 2340. Poi a seguire si sino classificate Atletica Capanne, Gubbio Runners, Olympic Runners Lama, Amatori Poditica Terni, Dream Runners Perugia, Aspa Bastia, Cdp Atletica Perugia, Athlon Asi Bastia, Libertas Orvieto, Atletica Umbertide, Athletic Terni, Libertas Arcs Strozzacapponi, Tiferno Runners, Podistica Myricae Terni, Csain Perugia, Unicredit Acar Banca, Amleto Monti Terni, Avis Narni e Uisport Avis Todi. Nella classifica che ha unito Fidal ed Enti di promozione sportiva è risultato primo il Cdp Perugia e sono entrate in classifica ben 64 società, in gran parte affiliate agli stessi stessi enti promozionali. Il Gran Prix Fidal di corsa su strada del 2016 inizierà domenica prossima con la Perugia-Assisi ed andrà avanti per dodici mesi, toccando molte località della regione.

 
 

Filippo Sdringola tra allenamenti, ambizioni e futuro

Sport

Riceviamo e pubblichiamo l'intervista realizzata dall'A.C. Perugia Calcio a Filippo Sdringola, preparatore atletico della Primavera.  

 
Umile e tenace ma soprattutto competente. Filippo Sdringola, 34 anni il prossimo aprile, è il preparatore atletico del Perugia Primavera, quello che mette la cosiddetta "benzina nei muscoli" dei giocatori. Partiamo subito con la competenza... 
Ho conseguito la laurea in Scienze Tecniche dello Sport e attualmente insegno presso l'Istituto comprensivo Dalmazio Birago di Passignano. Sono anche assistente del prof. Antonelli al Dipartimento di Scienze Motorie. Pochi anni fa ho ottenuto l'abilitazione di "preparatore atletico professionista" a Coverciano. Inoltre, quando ho rotto il terzo crociato ho capito che la strada da intraprendere era un'altra ed ho subito frequentato il corso per ottenere il patentino di allenatore Uefa B. Pubblico pure su riviste specializzate del settore.
Quindi la base di partenza è già buona.
Sono convinto che la competenza e la conoscenza sia fondamentale nel nostro lavoro. Purtroppo nel calcio – e lo dico senza polemica ma con un pizzico di delusione - si scredita questa figura facendo lavorare gente non abilitata. Ora la situazione sta migliorando ma di strada da fare ce n'è ancora per cambiare la mentalità.
Ti mettiamo subito alla prova chiedendoti come è cambiato il ruolo del preparatore atletico nel tempo.
Speriamo che sia cambiato – puntualizza sorridendo. Non voglio giudicare il lavoro dei miei colleghi e posso dirti come lavoro io. Le metodologie sono in evoluzione e questo grazie alla scienza. Oggi tutti si allenano con la stessa frequenza, ciò che veramente fa la differenza è la qualità. Ed è per questo che credo molto nel monitoraggio continuo e costante degli atleti, cioè devo "pesare" ogni seduta dei singoli. La telemetria in questo caso è un prezioso alleato che mi permette di valutare all'istante chi sta lavorando "a soglia" (cioè al massimo ndr) e chi no. E per questi ultimi prevedo un lavoro supplementare fino al raggiungimento del massimo sforzo. Un altro "aiutante" importante è la match-analysis perché in allenamento devo riprodurre ciò che avviene durante la gara. 
Per analizzare tutti questi dati non basta una giornata.
E anche qui infatti vedo dei cambiamenti. Ormai non si lavora più da soli ma si fa parte di uno staff che è composto dal mister, dall'allenatore in 2^ e dagli altri collaboratori. Il nostro lavoro non è racchiuso nelle sole due ore di allenamento al campo ma è fatto di continui confronti e riunioni che occupano gran parte della giornata. 
Come è cambiato il lavoro di forza per preparare una stagione. 
Il 90 per cento del lavoro si basa sulla forza funzionale che comprende, tra l'altro, anche il core stability (l'espressione fa riferimento a una regione del corpo formata da due sistemi muscolari ovvero il sistema stabilizzatore (muscolatura locale) e il sistema di movimento (muscolatura globale). Fra i muscoli maggiormente interessati il traverso dell'addome, obliquo interno, obliquo esterno, quadrato dei lombi. Riveste una notevole importanza sia ai fini dell'equilibrio statico sia ai fini di quello dinamico ndr). Però, come dicevo prima, il lavoro è personalizzato e per migliorare il singolo test ogni 40 giorni utilizzo l'optojumpnext, un sistema di rilevamento ottico composto da una barra trasmittente ed una ricevente. Grazie a piccole telecamere, liberamente posizionabili, permette di registrare la misurazione dei tempi di volo e di contatto durante l'esecuzione di una serie di balzi, con una precisione di 1/1000 di secondo. Questi dati di base vengono poi inviati in tempo reale ad un software dedicato che consente di ottenere con la massima precisione tutta una serie di parametri legati alla prestazione dell'atleta. Fra quelli presi in considerazione, per esempio, i deficit di forza tra arto destro e sinistro e la dinamica di appoggio piedi. Lo scorso anno abbiamo avuto un solo infortunio di natura muscolare, quest'anno per il momento solo affaticamenti e nessuna lesione. 
Qualche nome dei giocatori dai quali ha ricavato più soddisfazioni.
Per evitare di fare arrabbiare quelli attuali (ride ndr) dico Pozzebon. Se sta facendo benissimo nella Primavera della Juventus il merito è sicuramente dello staff bianconero ma una piccola base di lavoro è anche nostra. 
Però due parole su Drole sono obbligatorie.
Ha dati impressionanti. Velocità ed esplosività da alto livello di atletica. 
Spesse volte, quasi a creare alibi ad una sconfitta, si dice "la squadra è in calo di forma" oppure "se hai vinto allora hai corso, se hai perso non hai corso. E' veramente così? 
Sfatiamo questi luoghi comuni. C'è poca obiettività perché il risultato condiziona il giudizio. Facile trincerarsi dietro queste espressioni. Ma l'avversario dove lo mettiamo? Se si gioca contro una squadra che fa possesso palla e impone il gioco è normale che si sprecano più energie, al contrario si regge più a lungo. 
A chi si ispira Filippo Sdringola?
Non è che ho una figura di riferimento particolare. Cerco di cogliere da ogni collega gli elementi più utili al mio lavoro. Se devo fare dei nomi però dico Ferretto Ferretti e Francesco Perondi che curano il corso di preparatore atletico a Coverciano. 
Tre anni a Chiusi (Eccellenza), poi Pianese (serie D), Castel Rigone (Beretti) e ora da due anni nella Primavera del Perugia. L'esperienza che ricordi con maggior piacere? 
A Chiusi con Mario Goretti ottenemmo una storica salvezza con una squadra composta da tanti giovani. 
Siamo ai saluti... 
Colgo l'occasione per salutare papà Marcello e mamma Maria Stella, e gli zii Fernando e Vania che quando possono mi seguono ovunque. Ringrazio anche i miei amici Alessandro, Fabio e un altro Alessandro che non fanno mancare il proprio sostegno. 
Cosa c'è nel futuro di Filippo Sdringola? 
Sono ambizioso. Per il momento essere qui a Perugia è motivo di grande orgoglio e soddisfazione ma non mi pongo limiti. Lavoro ogni giorno per migliorarmi
 

Gran Prix Fidal Umbria Intersport. Le classifiche

Sport

Si è concluso dopo trenta tappe il Gran Prix Fidal Umbria Intersport di corsa su strada.

Le classifiche finali in tutte le categorie: tra gli Under 35 (sotto i 35 anni) successo di Matteo Merluzzo (Filippide Castiglione del Lago) con 3114 punti davanti ad Augusto Benedetto Bosco (Amatori Terni) a 2229, Giorgio Scali (Atletica Avis Perugia) a 2185, Alessandro Raspa (Assisi Runners) a 2175 e Rocco Ricciarelli (Podistica Avis Deruta) a 1788. Nella M35 (sino a 39 anni) primo Alessio Coletti (Avis Deruta) a 2838 davanti a Marco Romoli (Aspa Bastia) a 2694, Luigi Gabrioni (Atletica Il Colle) a 2429, Enrico Bianconi (Marathon Città di Castello) a 2407 e Giulio Burzacca (Atletica Taino Gualdo Tadino) a 2153. Nella M40 (sino a 44 anni) primo Simone Castellani (Atletica Winner Foligno) a 3014 sul compagno di squadra Michele Mazzoni a 2998, Stefano Cuiti (Cdp Perugia) a 2798, Marco Matarazzi (Taino Gualdo Tadino) a 2688 e Fabio Allegrucci (Gubbio Runners) a 2405. Nella M45 (sino a 49 anni) primo Fabrizio Spacci (Cdp Perugia) a 3386 davanti ad Alessio Giovanni Zanino (Aspa Bastia) a 3169, Antonello Menconi (Cdp Perugia) a 2391, Alessandro Pacchia (Winner Foligno) a 2306 e Marco Cavallucci (Runners Sangemini) con 2284. Nella M50 (sino a 54 anni) primo Roberto Polticchia (Cdp Perugia) con 3347 davanti a Mario Cerquaglia (Atletica Il Colle) a 3052, Mauro Giannoni (Cdp Perugia) a 2943, Mauro Bazzucchi (Aspa Bastia) a 2809 e Mirco Regni (Podistica Avis Deruta) a 2592. Nella M55 (sino a 59 anni) primo Alvaro Pigini (Uisport Avis Todi) con 3413 davanti a Vinicio Pierelli (Taino Gualdo Tadino) a 3086, Vincenzo Bariletti (Cdp Perugia) a 2888, Francesco Canapari (Avis Perugia) a 2601 e Pierluigi Cucchiarini (Olympic Runners Lama) a 2546. Nella M60 (sino a 64 anni) primo Alfonso Mangialasche (Athlon Asi Bastia) a 3590, davanti a Pierpaolo De Feo (Volumnia Sericap) a 2881, Nazzareno Mantovani (Aspa Bastia) a 2003, Augusto Sargenti (Il Colle) a 1723 e Stefano Perito (Avis Perugia) a 1645. Nella M65 (sino a 69 anni) vittoria di Bruno Guercini (Atletica Il Colle Perugia) con 3460 sul trio del Cdp Perugia formato da Renzo Liberti a 3051, Maurizio Peducci a 2717 e Marcello Chiocci a 2679 e Verardo Brodi (Marathon Città di Castello) a 2058. Nella over 70 (oltre i 70 anni) primo Antonio Serlupini (Aspa Bastia) con 3244, davanti ad Alberto Cirimbilli (Cdp Perugia) a 3087, Cosimo Damiano Piccolo (Winner Foligno) a 3078, Franco Giovannoni (Atletica Umbertide) a 1440 e Paolo Cochetta (Cdp Perugia) a 1021. Tra le donne, successo nell’Under 40 (sotto i 40 anni) di Tiziana Nandesi (Podistica Corciano) a 2502, su Valentina Goretti (Avis Deruta) a 2325, Lorena Piastra (Cdp Perugia) a 1980, Eleonora Abbandoni (Dream Runners) a 1843 e Michela Barberini (Avis Perugia) a 1841. Nell’Under 50 (da 40 a 49 anni) prima Katiuscia Vichi (Avis Deruta) con 2960, sulle tre del Cdp Perugia, Anna Maria Falchetti a 2905 Alida Passamonti a 2873 e Debora Vella (Cdp Perugia) a 2814 e Pierpaola Murasecco (Atletica Avis Perugia) a 2049. Nella Over 50 (oltre i 50 anni) successo di Maria Cristina Draoli (Assisi Runners) con 2447, Silvia Del Bianco (Avis Perugia) a 2225, Rema Vagnarelli (Aspa Bastia) a 2201 e Luciana Cantini a 2053 e Lidia Beatrice Anastasi (Taino Gualdo Tadino) a 1719. Tra le squadre vittoria della Winner Foligno. A gennaio si terrà la cerimonia di premiazione di tutti i vincitori.
 
Casi Giudiziari
Immagine
Il dipendente perde le staffe? Niente licenziamento

La reazione "forse scomposta" ma "comprensibile" del dipendente che ha subito un provvedimento ingiusto non può dar luogo al licenziamento, in quanto non rompe il vincolo fiduciario con l'azienda. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 27053/2013, respingendo il ricorso dell'Agenzia delle entrate contro un proprio dirigente... Leggi tutto...
L'Indiscreto

Ultimi Video

L'Analisi
Immagine
USL Umbria 1. Campagna di vaccinazione 2016/2017

Riceviamo e pubblichiamo la nota USL Umbria 1 sulla campagna di vaccinazione 2016/2017    Sebbene alcuni sintomi pseudo-influenzali abbiano già costretto a letto alcuni umbri, è nel mese di dicembre che il vero virus dell'influenza epidemica stagionale inizierà a colpire la popolazione con un picco previsto, come al solito... Leggi tutto...
L'Intervista
Immagine
Torna il "Mercoledì Rock", ne parliamo con lo Staff Roghers

Ancora pochi giorni e il prossimo 22 ottobre riprenderà il tanto atteso appuntamento con il "Mercoledì Rock" del 100dieci Cafè di Perugia, promosso dallo Staff Roghers. Un evento fisso settimanale che, nelle scorse edizioni, ha registrato un continuo sold out. Ne parliamo con due degli organizzatori, Luca Rovito e... Leggi tutto...

Contatta la Redazione

* Tutti i campi sono obbligatori
1. Nome: *
2. E-mail: *
3. Messaggio: *
 
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video
Diritto e Rovescio
News Libri
Immagine
50 poesie. La presentazione al Teatro di Figura

Al via sabato 29 ottobre lle ore 18 presso il Teatro di Figura di Perugia la presentazione del libro 50 poesie di Nicola Castellini (Bertoni Editore).... Leggi tutto...

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE