Get Adobe Flash player
Home L'Intervista Il lavoro, può essere uno stress. Ne parla il neuropsichiatra Fioroni
Condividi

Il lavoro, può essere uno stress. Ne parla il neuropsichiatra Fioroni

L'Intervista

Per chi svolge l' attività in ufficio ma non solo, anche operai che svolgono molte ore di lavoro, rischiano la depressione per lavoro Correlato. Oggi si parla molto di questo Problema perchè fondamentalmente è la malattia del secolo e poche persone hanno capito che il lavoro può portare, sicuramente a una vita migliore, però se fatto in maniera tranquilla e il posto di lavoro è piacevole. Ne parliamo con il neuropsichiatra Francesco Fioroni

Ma cosa è lo stress lavoro correlato?

Con stress lavoro correlato si intende quella situazione che, solo in ambito lavorativo (non già personale), richiede al lavoratore la capacità di affrontare un evento particolare come può essere la gestione quotidiana degli impegni lavorativi, il relazionarsi con i propri colleghi ecc.

Quali sono gli effetti dello stress su i lavoratori ?

La definizione di stress se applicata all’ambito lavorativo non è di per sé negativa, la differenza è data da quanto tempo il quale il lavoratore è sottoposto a una condizione di stress. Gli effetti dello stress lavoro correlato sui lavoratori possono essere di diversa entità, dipende dal livello di stress al quale sono sottoposti e dalla durata di questa condizione. In generale possiamo dire che tra gli effetti prodotti sui lavoratori, i più frequenti sono: errori di disattenzione, infortuni, assenteismo, problemi disciplinari. Tutti questi effetti hanno delle ricadute in ambito lavorativo che si ripercuotono negativamente sulla produttività dell’azienda.

Come si manifesta negli ambienti di lavoro?

Tra le cause più frequenti che determinano l’insorgenza dello stress correlato al lavoro e che necessitano di opportuna valutazione da parte del medico-competente, sono::l'incapacità di comunicazione da parte del management, ricoprire un ruolo inadatto alle proprie capacità e inclinazioni, lavorare in un ambiente dove le attrezzature risultano non idonee, il mobbing , l'eccessiva focalizzazione dell’Azienda solo sugli obiettivi da raggiungere.

Quanti lavoratori subiscono tale patologia?

Lo stress lavoro correlato, come dimostrano anche recenti ricerche, è una condizione che interessa in Europa circa un lavoratore su quattro e, pertanto, la percentuale di giornate lavorative perse a causa dello stress arriva a essere addirittura del 60%. 

Quali sono gli effetti sulle aziende?

Gli effetti stress lavoro correlato si ripercuotono anche sulle Aziende, o meglio, sulla produttività aziendale, pertanto “pensare” allo stress lavoro correlato come a un problema solo del lavoratore è un errore che può costare caro sia in termini economici sia in termini legali, visto, per altro, che la legge dispone anche delle sanzioni (civili e penali Dlgs 81/2008) per i datori di lavoro inadempienti. Come sappiamo, infatti, tra gli effetti dello stress lavoro correlato sui lavoratori vi è anche quello della disattenzione. .Tale effetto correlato allo stress in ambito lavorativo porta il lavoratore a compiere una serie di errori, più o meno gravi. con il rischio di incidenti lavorativi.

La patologia riguarda anche le posizioni dirigenziali?

L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) ha reso pubblici gli ultimi dati inerenti lo stress lavoro correlato inseguito all’indagine ESENER il cui titolo del comunicato rende già molto bene l’idea: “Il 79% dei dirigenti europei è preoccupato dallo stress legato al lavoro, ma meno di un terzo delle aziende ha stabilito procedure per affrontarlo”.

Lo stress lavoro correlato può riguardare i lavoratori precari?

Una nuova forma di stress che colpisce principalmente i precari, si chiama sindrome da amarezza cronica ovvero uno stato negativo che viene vissuto da un soggetto per lunghi periodi di tempo.  Nello specifico la sindrome da amarezza cronica è una forma estrema di stress da lavoro correlato che colpisce una categoria di soggetti lavoratori che versano in uno stato negativo di stress per un lungo periodo di tempo. Una caratterista propria di chi svolge un lavoro precario, un lavoro che trasmette incertezza, un sentimento che con il passare del tempo diventa amarezza. Chi soffre di embitterment disorder spesso subisce mobbing o vive già in un profondo stato di stress, spesso chi soffre di questa tipologia di disturbi non se ne rende effettivamente conto, e non collega nemmeno sintomi fisici come coliti o gastrite.e tende ad esprimere un disagio psicologico attraverso un malessere fisico che di fatto rientra tra gli effetti dello stress da lavoro correlato sui lavoratori.

Esistono differenze di genere nello stress lavoro correlato?

Le donne sul posto di lavoro sono più stressate e subiscono maggiormente il mobbing rispetto agli uomini. Altro dato significativo, quello che riguarda l’età: delle donne che manifestano casi certificati di mobbing, la maggior parte appartiene alla fascia d’età che va dai 34 ai 45 anni, periodo di vita in cui generalmente una donna si ritrova a dover far combaciare gli impegni lavorativi con quelli della famiglia. Ed ecco che scattano richieste di permessi e di riduzione di orario che potrebbero, a lungo andare, infastidire non poco colleghi e datori di lavoro. I danni derivati da stress e mobbing sono piuttosto noti: ansia, mal di testa, nausea, febbre, perdita del sonno fino alla depressione e oggi due donne su tre che lavorano dicono di essere molto stressate perché oltre al lavoro hanno sulle spalle la responsabilità dell’andamento della famiglia..

Quali sono le fonti di stress sui luoghi di lavoro?

Le fonti di stress negli ambienti di lavoro sono riconducibili a due categorie: quella inerenti il contesto lavorativo e quella inerente, invece, le attività di lavoro. In entrambi i sintomi sono i medesimi ma quel che può variare è il rischio di incidente lavorativo anche grave. Si prenda, per esempio, una situazione di stress in un contesto lavorativo dove vengono utilizzati macchinari il cui uso deve essere attento e scrupoloso. Un lavoratore che a causa dello stress perde la concentrazione e l’attenzione rischia seriamente di mettere a repentaglio la propria incolumità fisica o addirittura la propria vita.

Quali sono gli indicatori di stress lavoro correlato?

Individuare i sintomi di stress da lavoro è una delle forme di prevenzione in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro. I sintomi dello stress correlato al lavoro non sono esattamente circoscrivibili perché potrebbero essere confusi con altri sintomi non strettamente inerenti l’attività lavorativa, per questo motivo è sempre necessario avvalersi di figure professionali come il medico competente per l’individuazione dei sintomi e indicatori di stress.

Quali sono gli effetti sulla salute psico-fisica del lavoratore, quali sono i sintomi?

Tra i più generici sintomi dovuti a condizioni di stress da lavoro troviamo, oltre a un diffuso malessere psicofisico, stanchezza, dolori muscolari, calo delle difese immunitarie quindi maggiore propensione ad ammalarsi, iperattività, depressione e ansia, irritabilità, problemi all’apparato digerente, incapacità di esprimersi correttamente.

La legge italiana cosa prevede in tema di stress lavoro correlato?

Lo stress lavoro correlato viene disciplinato in Italia da un’ampia normativa. Prima il D lgs 626/94 che attesta la condizione di assenza di rischio o di rischio accettabile. Nel 2002 l’articolo 4 del D lgs viene modificato e si determina che la valutazione deve riguardare tutti i rischi. Con il Decreto legislativo n.81/2008 si stabilisce definitivamente che anche lo stress lavoro correlato deve essere sottoposto a “valutazione” come rischio. In sostanza viene introdotto, in tal modo, il concetto di gestione del rischio anche per lo stress correlato al lavoro.

Quali sono le informazioni basilari che l’azienda e il datore di lavoro devono conoscere per essere in regola con la legge che prevede la valutazione dello stress lavoro correlato e non incorrere in sanzioni anche penali?

Dopo l’entrata in vigore dell’obbligo di valutazione dello stress lavoro correlato  è necessario che il datore di lavoro sia a conoscenza non solo degli obblighi in relazione allo stress al lavoro ma anche delle eventuali sanzioni a cui si va incontro in caso di illecito e soprattutto è necessario chiarire cosa esattamente è dichiarato illegale nell’ambito della valutazione dello stress nei luoghi di lavoro,     individuare i sintomi di stress da lavoro è una delle forme di prevenzione in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro.

 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE