Get Adobe Flash player
Home L'Analisi La crisi che tocca Perugia: impressionante calo del commercio al dettaglio
Condividi

La crisi che tocca Perugia: impressionante calo del commercio al dettaglio

L'Analisi

Escono i dati di inizio 2012 (I trimestre) dell’Osservatorio congiunturale sul manifatturiero e sul commercio della Provincia di Perugia, realizzato trimestralmente dalla Camera di commercio. Gli stessi confermano le criticità mostrate a fine 2011: infatti produzione e fatturato del complesso manifatturiero calano (rispettivamente -5,2% e -4,9%), analogamente alla flessione degli Ordinativi (-5%). 

Il presidente della Camera di Commercio di Perugia è preoccupato che i comparti manifatturieri e in particolare le piccole imprese e l’Artigianato si riavvicinino ai livelli più acuti di criticità toccati nel 2009. Nel complesso il commercio provinciale sconta una perdita secca del -9,7%. Particolarmente impressionanti i cali del dettaglio sia alimentare e non (-11% e -13%). Solo la grande distribuzione registra una lieve crescita (+1,8%). 

Ci sono però anche delle note positive, prima fra tutti quella relativa all’export in aumento sia rispetto a un anno fa che sull’ultimo trimestre del 2011. Il fatturato dell’export registra una variazione positiva del +1,7%. Anche gli ordinativi dall’estero sono soddisfacenti e tornano in campo positivo, attestandosi a +1,8%. Un altro elemento incoraggiante è che, nonostante l’acuta crisi, siano state costituite in provincia di Perugia 1.389 nuove imprese, oltre 15 al giorno. Deboli segnali di ripresa quindi.

 

 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE