Get Adobe Flash player
Home L'Analisi Finestra crisi: salve le pensioni fino a 1.400 euro
Condividi

Finestra crisi: salve le pensioni fino a 1.400 euro

L'Analisi

Alcune novità della manovra Monti, dopo le accese polemiche dei giorni passati, hanno subito alcune modifiche. Rivalutazione di tutte le pensioni fino a 1.400 euro al mese, uno scalino più morbido per le uscite anticipate di chi avrebbe avuto i requisiti pre-riforma nel 2012, ma anche un prelievo del 15% sulle pensioni d' oro. Queste le principali modifiche apportate ieri sera al decreto per la correzione dei conti pubblici con un emendamento del governo.
Si alleggerisce quindi la stretta sulle pensioni: salvo l' 80% delle pensioni, in particolare, quelle di importo inferiore ai 1.400 euro avranno, il prossimo gennaio, la rivalutazione piena rispetto all' inflazione per il 2011. Di fatto vengono «salvati» quasi l' 80% degli assegni previdenziali corrisposti dall' Inps. Per il 2012 e il 2013, invece, a essere ritoccate per tener conto dell'inflazione saranno solo le pensioni inferiori a 2 volte il minimo, cioè 935 euro mensili.
I fondi vengono trovati con il prelievo straordinario del 15% sulle pensioni di importo superiore ai 200 mila euro annui lordi, che tra Inps e Inpdap dovrebbero essere più o meno 2.500. L' emendamento interviene anche sui requisiti per le pensioni anticipate, che vengono addolciti per chi era quasi pronto a lasciare il lavoro e avrebbe subito un allungamento dei tempi eccessivo.
Le donne possono ancora uscire a 60 anni se entro fine 2012 maturano un' anzianità contributiva di almeno 20 anni. Chi andrà in pensione prima dei 62 anni avrà poi una riduzione percentuale pari a 1 punto, e non più 2, dell' assegno del primo anno di pensione anticipata rispetto ai 62 anni, che torna a 2 punti «per ogni ulteriore anno di anticipo rispetto ai due anni».

 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE