Get Adobe Flash player
Home L'Analisi Dal primo dicembre obbligo di catene a bordo (o pneumatici invernali). Ma attenzione agli acquisti
Condividi

Dal primo dicembre obbligo di catene a bordo (o pneumatici invernali). Ma attenzione agli acquisti

L'Analisi

catene neve

Scatta ufficialmente in Umbria l'obbligo di avere a bordo catene da neve  o di montare pneumatici invernali, anche se le nevicate di questi ultimi giorni e il buon senso degli automobilisti avranno certamente anticipato le attenzioni da avere nel periodo invernale. In Umbria è stata confermata la data dello scorso anno: 1° dicembre. L'attenzione di polizia stradale, carabinieri, vigili urbani sarà molto accurata per evitare che gli automobilisti non siano in grado di affrontare con sicurezza le precipitazioni nevose e possano creare disagi e pericoli su strade e autostrade. ACI e Assocatene sono disponibili per consigliare nel migliore dei modi gli automobilisti soprattutto per metterli in guardia da acquisti poco accorti di materiale che non rispetti le norme. E' capitato proprio nei giorni scorsi che alcuni automobilisti sono rimasti bloccati sulla neve perché catene nuove, appena acquistate si sono rotte o allentate facendo slittare a vuoto le ruote dotate ancora di pneumatici estivi. Forse erano prodotti non omologati e di poco prezzo. L'esperto Giuseppe Palmerini ricorda che “L'omologazione europea delle catene da neve ONORM 5117, a partire dal marzo scorso, è ancora più restrittiva rispetto al passato, infatti il marchio di omologazione deve essere riportato direttamente sulle catene. Una concreta garanzia per l'automobilista – prosegue Palmerini -  è di farsi rilasciare  dal rivenditore una ricevuta fiscale, uno scontrino o una fattura”.

Se già non avete provveduto è indispensabile controllare al più presto lo stato delle gomme o di verificare la presenza nel portabagagli dell'auto di catene omologate e in condizioni di garantire la più completa sicurezza su strade ghiacciate o innevate. Non sarebbe male provare in garage o sul piazzale di casa  la simulazione di un montaggio delle catene per avere, quando si verifichi la necessità, dimestichezza con questo accessorio che, a dire la verità, è sempre più semplice e più facile da montare.

“Con l'arrivo del freddo e del brutto tempo – conclude Palmerini – non sarebbe male controllare lo stato delle batterie che dovrebbero avere, per una maggiore garanzia di qualità, una di queste tre certificazioni: ISO 9001, certificazione di qualità della produzione; ISO TS 16949, certificazione internazionale di qualità equivalente all'originale riconosciuta tra tutte le case automobilistiche; OEM  APPROVED, ovvero omologazione del prodotto da parte delle case automobilistiche. Ultimo accorgimento, quello di far verificare, da parte di un autoriparatore, lo stato dei tergicristalli”.

Tutti suggerimenti utili per chi usa l'automobile sia per viaggi di piacere che per raggiungere, quotidianamente, il posto di lavoro. Viaggiare sicuri e tranquilli è un bene per non disperdere energie psicofisiche e per non creare e non crearsi problemi. 

 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE