Get Adobe Flash player
Home L'Analisi Giovani Umbria: che disastro
Condividi

Giovani Umbria: che disastro

L'Analisi

Ahimè purtroppo i dati parlano chiaro e non danno adito ad interpretazioni o analisi più o meno ottimistiche. Siamo di fronte ad una grave situazione che mortifica maggiormente proprio la fascia dei giovani Umbri. Partendo da un’elaborazione Ires-Cgil si scalcola che 23 mila gli under 30 fuori da ogni percorso.  Praticamente un giovane umbro su sei non studia, non lavora e non si partecipa a corsi di formazione.  A metà classifica L’Umbria, con i 17,2% dei giovani totali di quella facia di età tra i Neet (Not in Education, Employment or Training) si piazza sotto la media italiana del 22,1%. 
Secondo l’Ires il costo totale dei giovani in una condizione Neet in Italia è di 26,631 miliardi di euro, il più elevato in Europa, che corrisponde all’1,7% del Pil. Rapportati ai 23 mila umbri fa circa 300 milioni di euro. Si tratta poi di un problema strutturale e non dovuto alla contingenza della crisi, anche se negli ultimi anni ha registrato un aumento. Andando ad analizzare chi sono i giovani in difficoltà si verifica che la possibilità di essere senza lavoro e senza un percorso scolastico è maggiore per chi ha un titolo di studio più basso: infatti il 27,8% dei giovani con la terza media è nella condizione di Neet. Sono comunque elevate le percentuali dei giovani più qualificati: il 22,1% di chi ha un titolo di istruzione secondaria, il 20,5% dei laureati. 

L’incidenza di Neet cresce con il crescere dell’età: 11,7% nella classe di età 15-19 anni, 27,4% nella classe 20-24 anni, 27,8% nella classe 25-29 anni. L’incidenza di Neet è maggiore tra le donne (+5,3%), in particolare nella classe di età 25-29 anni (+13,3%) e per gli immigrati (per i quali arriva al 32,8%). Insomma un quadro tutt’altro che idilliaco.

 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE