Get Adobe Flash player
Home L'Analisi Meningite: dopo 20 anni di ricerca è stato approvato il nuovo vaccino contro il meningococco B
Condividi

Meningite: dopo 20 anni di ricerca è stato approvato il nuovo vaccino contro il meningococco B

L'Analisi

Un nuovo vaccino contro la meningite, sviluppato in Toscana, è stato finalmente approvato dall'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA). Il vaccino protegge contro un tipo di meningococco contro cui non era stato prodotto alcun preparato: il sierogruppo B. Questo batterio è molto aggressivo e colpisce soprattutto i lattanti, potendo portare a morte in poche ore. I sopravvissuti inoltre sono quasi sempre portatori di handicap mentali o fisici permanenti, devastanti per i bambini stessi e per le loro famiglie. 
La meningite è causata da vari batteri, i più pericolosi per i bambini sono le Neisseria meningitidis, noti anche come meningococchi. Esistono diversi sierogruppi, ma i più diffusi in Europa sono 2: i sierogruppi B e C. Contro il meningococco C esiste da tempo un vaccino somministrabile anche ai lattanti, mentre contro il sierogruppo B non era stato sviluppato ancora alcun preparato. Il vaccino sperimentale è stato sviluppato a Siena dall'industria farmaceutica Novartis, in collaborazione con l'Università di Firenze. Usando per la prima volta l'innovativa tecnica della reverse vaccinology, i ricercatori sono stati in grado di produrre una particolare proteina utilizzabile per il vaccino. Questa proteina, se iniettata nel paziente, è in grado di stimolare le difese immunitarie a reagire contro il batterio, prevenendo l'infezione.  Il vaccino sarà il primo ad ampio spettro in grado di immunizzare tutti i gruppi di età, inclusi i lattanti, la fascia a maggiore rischio di infezione. In particolari i lattanti possono sviluppare una forma di meningite fulminante, che porta a morte in meno di 6 ore e che quasi sempre lascia esiti permanenti nei sopravvissuti, compromettendo lo sviluppo cerebrale. Così la maggior parte dei bambini colpiti presenterà ritardo mentale o handicap fisici più o meno gravi per il resto della loro vita. 
"Siamo orgogliosi dellimportante traguardo raggiunto nellambito dello sviluppo di vaccini contro una malattia che fino a oggi sembrava invincibile", afferma Rino Rappuoli, responsabile mondiale della ricerca di Novartis. "Per oltre due decadi ci siamo impegnati per sviluppare questo vaccino. La nostra determinazione è stata alimentata dalle testimonianze dei pazienti che hanno provato lesperienza devastante della meningite e dalle famiglie che hanno perso i loro cari a causa di questa malattia".

 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE