Get Adobe Flash player
Home L'Analisi Sprofonda il mercato immobiliare
Condividi

Sprofonda il mercato immobiliare

L'Analisi

Se la crisi continua, c’è comunque chi sta sempre peggio: e in tale contesto, senza ombra di dubbio la parte (malvolentieri) da protagonista la fa il settore immobiliare che verte sempre di più in condizioni critiche.  Il prezzo di una casa in Umbria cala ma il problema vero è mettere insiemi i soldi per comprarla visto che il mutuo sembra sempre più un miraggio. Segnali pessimi arrivano dall’ISTAT: in Umbria da gennaio a giugno il prezzo medio al metro quadro è sceso del 3,9% (da 1.962 a 1.886 euro). A impressionare però è la dinamica del numero di mutui stipulati nella regione: se nel primo trimestre del 2011 infatti questi sono stati 2.794, tra gennaio e marzo 2012 sono appena 1.428, che significa -51%.  Scende anche il numero delle compravendite, che passano dalle 2.799 del primo trimestre 2011 alle 2.411 dello stesso periodo del 2012. Un calo del 13,9%, meno accentuato di quello nazionale (-16,9%). Un effetto della crescente difficoltà di ottenere credito consiste nel numero sempre maggiore di chi sceglie la soluzione dell’affitto. Insomma dati talmente preoccupanti per il settore dell’edilizia che mettono in allarme tutte le categorie professionali visto che lo stesso è un settore che tra lavoro diretto ed indotto comprende numerosi altri settori, per non parlare delle molteplici e disparate forze lavoro.

 
Articoli Correlati
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE