Get Adobe Flash player
Home Economia
Condividi

Economia - Notizie dalla regione Umbria

"Europa e competitività delle Imprese": se ne parla a Terni con Emma Marcegaglia

Economia

Si terrà questa sera, 20 maggio, alle ore 20.45, presso il Best Western Garden Hotel di Terni, l'incontro promosso dal Lions Club Terni Host con la Presidente dell'ENI, Emma Marcegaglia, per parlare di "Europa e competitività delle Imprese". Il tema è stato scelto dal Presidente del Lions di Terni, l'ingegnere Gabriele Ghione, per offrire alla città un parere autorevole sulla attuale situazione finanziaria e su come le nostre imprese potranno agire per emergere rispetto alle concorrenti europee. La Marcegaglia verrà accolta nel Club di Terni dalla Governatrice del Distretto 108L, Maria Antonietta Lamberti, tornata appositamente a Terni, e dalle maggiori autorità civili e militari. La passata esperienza come Presidente di Confindustria, la presidenza della Confindustria europea, la presidenza della Luiss Guido Carli e l'ultimo prestigioso incarico di presidente dell'Ente Nazionale Idrocarburi (ENI) fanno di Emma Marcegaglia la persona più adatta a trattare argomenti legati alla competitività delle imprese in ambito internazionale, con particolare riguardo alla situazione europea.

 

Dare una spinta all'acropoli: primo incontro con le imprese sul bando regionale sul centro commerciale naturale

Economia

Nell'ultimo anno per Corso Vannucci, il cuore del centro storico di Perugia, sono transitate circa 5 milioni di persone. Se spendessero anche solo un euro  ciascuna, sarebbero 5 milioni di euro di fatturato. E invece il centro storico di Perugia, dove operano  oltre 600 attività commerciali,  deve fare i conti, ormai da anni, con  una forte crisi.  Perché quei 5 milioni di visitatori, pur essendo tanti, sono comunque molti di meno rispetto ad un po' di anni fa.  E perché spendono poco, dovendo già pagare parcheggi costosi, o essendo una tipologia di utenza – esempio i giovani – con scarso potere di acquisto. La progressiva e costante diminuzione di frequentazione dell'acropoli ha molte ragioni:  le scelte in materia di accesso e ZTL, il caro parcheggi, il decentramento degli uffici,  il progressivo spopolamento  di residenti. E' in questo contesto  problematico che vuole incidere, segnando una inversione di tendenza netta e duratura, il bando regionale, di imminente pubblicazione, che prevede circa due milioni di euro per la realizzazione di centri commerciali naturali nei centri storici di Perugia e Terni (le  risorse saranno equamente divise tra i due capoluoghi).
 Parte delle risorse disponibili del bando sarà destinata ad investimenti di tipo innovativo messi in campo dalle imprese commerciali, mentre un'altra parte andrà a finanziare progetti e azioni d'insieme del centro commerciale naturale, sempre attinenti all'innovazione e al concetto di "smart city".
 Dopo la firma del protocollo di intesa tra Regione Umbria, Comune di Perugia e Terni,   Confcommercio Umbria, Confesercenti Umbria e Legacoop Umbria, propedeutico alla realizzazione del bando, le associazioni di categoria hanno avviato a Perugia, con un incontro presso il Centro Galeazzo Alessi, una prima fase  di divulgazione e soprattutto di ascolto  di questa importante opportunità destinata alle imprese, così  da andare alla scrittura del bando anche sulla base delle loro istanze. Analoga iniziativa è in programma a Terni. A spiegare  le finalità del bando,  sono stati,  con il coordinamento di Federico Fiorucci, Direttore di Confcommercio Umbria,  l'Assessore regionale al Commercio Fabio Paparelli, per il Comune di Perugia Carmen Leombruni, dirigente Sezione Operativa Centro Storico, il Presidente della Consulta per il Centro Storico Giuseppe Capaccioni,  Fabio Settequattrini, referente dell'Area Incentivi della Confcommercio della provincia di Perugia. Paparelli ha sottolineato come con questo bando si intenda riequilibrare il rapporto  di forze tra grande distribuzione organizzata, che ha avuto un enorme sviluppo negli ultimi anni, tanto da attestare l'Umbria allo stesso livello delle regioni del Nord Est,  e il  commercio tradizionale, facendo di Perugia e Terni due "modelli"esportabili anche in altri centri storici  umbri. "Vogliamo fare del centro storico – ha detto Paparelli -  un centro commerciale naturale caratterizzato da una forte componente di innovazione, secondo la logica delle città smart, che sappia comunicare una immagine unitaria, identificato da un marchio e da una promozione comune, in cui le attività commerciali, ma anche artigiane e di servizi,  costituiscano una rete stabile e duratura, che riconquisti una immagine di luogo sicuro e accogliente". "Questo bando è una grande opportunità – ha aggiunto Giuseppe Capaccioni, Presidente della Consulta del Centro Storico – per cominciare un lavoro stabile  e duraturo di rilancio del centro storico di Perugia, un'area che ha bisogno di arricchirsi di un alto contenuto  tecnologico, che la caratterizzi anche in termini di comunicazione della propria immagine e ne rappresenti un plus". Capaccioni ha lanciato alcune ipotesi di intervento che il bando potrà rendere possibile: wifi libero, interno ed esterno ai negozi,  che si potrebbe legare anche ad un sistema di filodiffusione; vetrine "dialoganti" con  i clienti; sistema di  comunicazione integrata, affidato essenzialmente ad internet e ai social; sistemi  di video sorveglianza di via;  messa  disposizione degli open data sul marketing territoriale per chiunque intenda investire nel centro storico;  implementazione degli eventi, come momento "forte" che arricchisca l'attrattività; una seria riflessione sul car sharing, come  possibile risposta al problema dell'accesso. 
Carmen Leombruni, dirigente Sezione Operativa Centro Storico del Comune di Perugia,  ha  ricordato come  questo bando si inserisca in un percorso già avviato grazie alle sinergie attivate tra l'amministrazione, la Consulta, le associazioni e  le imprese nell'ambito del Quadro Strategico di Valorizzazione, previsto dalla legge regionale sui centri storici. Da Federico Fiorucci  e Fabio Settequattrini,  di Confcommercio, è venuta la  sollecitazione alle imprese ad aderire con convinzione ad una cultura di rete, che si potrà coinvolgere non solo le attività commerciali ma anche artigiane e dei servizi, consentendo così la possibilità di accedere ad altre risorse, oltre a quelle del bando attuale,  e a "togliere dal cassetto" le idee progetti,  per dare loro gambe e concretezza. L'incontro si è concluso con  gli interventi di alcuni degli imprenditori presenti, che hanno sollevato le problematiche a cui sono più sensibili: tra queste il caro parcheggi,  l'insufficiente dotazione di bagni pubblici e la sicurezza.   
 
 
 

Sabato l'inaugurazione dell'edificio riqualificato da Ater Umbria a Tuoro sul Trasimeno

Economia

Si terrà sabato 17 maggio, alle ore 12, in occasione della conclusione dei lavori dell'edificio "Ex Casa Cardinali" a Tuoro sul Trasimeno, l'inaugurazione dell'edificio che è stato completamente riqualificato da Ater Umbria, per la realizzazione di quattro alloggi da locare a canone sociale e spazi di diversa destinazione. All'iniziativa parteciperanno il Sindaco di Tuoro sul Trasimeno, Mario Bocerani, l'Assessore regionale alle politiche abitative, Stefano Vinti, e Maria Grazia Ricci, Consigliere di amministrazione di Ater Umbria. Lo stabile è situato tra la Piazza Santa Maddalena, via della Paglia e Piazza Matteo dall'Isola, a ridosso dell'ottocentesca Chiesa di Santa Maddalena. L'intervento di riqualificazione rientra nel Piano Operativo 2008/2009, in attuazione di quanto stabilito nel Piano Triennale di Edilizia Residenziale Pubblica, per un costo totale di 820 mila euro (dei quali, 700 mila finanziati dalla Regione dell'Umbria e 120 mila a carico di Ater Umbria). Si tratta di un'ulteriore opera di riqualificazione urbana che si aggiunge ad altre che Ater ha realizzato o sta realizzando in Umbria, per soddisfare il diritto alla casa delle famiglie in difficoltà e il pieno recupero del patrimonio esistente. Nella ristrutturazione della "Ex Casa Cardinali" sono stati mantenuti intatti alcuni lacerti della vecchia struttura che hanno un interesse pubblico sotto il profilo culturale. Ater, con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Umbria, ha deciso di salvaguardarli, valorizzarli, rendendo accessibile alla cittadinanza la porzione di fabbricato dove si trovano, al piano terra dello stabile.
 
 

A Washington, firmato l'accordo di collaborazione tra Università dei Sapori e Art Institute

Economia

E' stato siglato a Washington un accordo di collaborazione tra l'Università dei Sapori di Perugia, centro nazionale di formazione e cultura dell'alimentazione, e l'Art Institute, prestigioso gruppo di college che annovera 50 sedi negli Stati Uniti e in Canada. La firma, avvenuta presso la sede del college di Washington, alla presenza di molte autorità pubbliche ed imprenditoriali e sottoscritta dalla Presidente dell'UDS Anna Rita Fioroni e del Preside dell'Istituto Jim Palermo sancisce la collaborazione delle due importanti realtà formative. La partnership, prima esperienza in Europa di collaborazione tra l'istituto americano ed un Ente formativo, prevede, per l'Art Institute, l'inserimento di un piano di studi all'estero. Nello specifico si tratta di una offerta di 10 corsi , della durata di due o tre settimane, che i ragazzi avranno la possibilità di frequentare durante la loro pausa di studi estiva o invernale. La Qualità, la Tradizione, la Creatività e la Sostenibilità della cucina italiana, la conoscenza diretta dei prodotti del nostro territorio, il loro migliore utilizzo e le tecniche per imparare l'Arte della cucina del nostro Paese saranno un prezioso bagaglio di esperienza per i ragazzi che dagli USA decideranno di intraprendere questo importante percorso formativo. "Esprimiamo la massima soddisfazione per la sottoscrizione di questo accordo – ha dichiarato la Presidente dell'Università dei Sapori Anna Rita Fioroni – che consente agli studenti dell'Art Institute di integrare il loro percorso di studi con un'esperienza formativa altamente qualificante, tale da acquisire un bagaglio di competenze fondamentale per il loro futuro professionale. Questo partenariato – prosegue Fioroni – si inserisce in un più ampio piano di  internazionalizzazione della formazione che l'Università dei Sapori sta sviluppando già da qualche tempo, con l'obiettivo di  promuovere la cultura culinaria italiana nel mondo e attraverso questa, una sempre maggiore valorizzazione delle risorse e delle eccellenze che ogni singola regione italiana  può offrire in termini di prodotti agroalimentari e di cultura enogastronomica. Un percorso sinergico, che è nostro auspicio consolidare e che può innescare un processo virtuoso sul piano della valorizzazione del patrimonio enogastronomico dei territori coinvolti, aprendo significative possibilità in ambito lavorativo". L'Art Insitute parteciperà al piano formativo con l’International Culinary Schools  con l’obiettivo di formare anche  in Italia i loro giovani studenti, futuri chef. "La cucina italiana , con la sua enfasi su ingredienti freschi e di provenienza locale, metodi di cottura salutari e sapori universalmente popolari è fondamentale per ogni chef. L'International Culinary Schools è entusiasta di essere in grado di offrire una esperienza educativa culinaria di qualità internazionale come parte del nostro accento sulla cucina internazionale" ha dichiarato lo Chef Michael Nenes, assistant vice president dell'Istituto di arti culinarie. L'Art Institute conta più di 70mila studenti di cui oltre 14mila  frequentanti l'indirizzo cucina. "Siamo orgogliosi – ha concluso Fioroni – di poter accogliere in Italia studenti provenienti da un così prestigioso istituto. Siamo altresì convinti  che l'intero percorso formativo che i ragazzi dell'Art Institute svolgeranno nella sede dell'Università dei Sapori ne farà dei veri e propri ambasciatori della cultura culinaria  umbra e italiana in America e li doterà di un bagaglio di competenze complesse e altamente professionali, attraverso un approccio che riguarderà tutti gli aspetti della professione, dall'arte e tecnica della cucina, alla conoscenza dei prodotti e della filiera alimentare. E' un importante ed ulteriore impegno dell'Università dei Sapori nel diffondere e promuovere nel mondo la formazione e la cultura dell'alimentazione, valorizzando le produzioni tipiche e di qualità". "L'accordo siglato ieri tra questi due prestigiosi istituti rappresenta il tipo ideale di iniziativa che il Ministero degli Affari Esteri e l'Ambasciata si impegnano a promuovere, investendo soprattutto nei giovani per facilitare una conoscenza crescente degli Stati Uniti e le aree italiane di eccellenza" ha dichiarato l'Ambasciatore d'Italia a Washington, Claudio Bisogniero. "Questi sforzi permettono numerose opportunità in settori come l'industria alimentare, un campo in cui l'Italia ha un record e che è al centro del programma di promozione del nostro paese - come dimostra il tema scelto per l'Expo internazionale 2015 di Milano, Nutrire il pianeta, Energia per la Vita".

  

 

Il settore terziario e la crisi: se ne parla con Ugl

Economia

Appuntamento 9 e 10 maggio con la due giorni di lavori presso l'Hotel Giò di Perugia promossa dal Consiglio Nazionale Ugl Terziario per porre sotto i riflettori la martoriata situazione del settore terziario in Umbria e in Italia. "Fare Sindacato...per migliorare il nostro futuro" è il tema al centro del dibattito che accompagnerà i lavori del Consiglio dove, nella giornata di venerdì 9 maggio, è prevista la presenza del Segretario Generale Ugl Giovanni Centrella e del Vice Segretario Generale, Paolo Varesi. "Il Consiglio - asserisce il Segretario Nazionale Giancarlo Bergamo - sarà l'occasione per affrontare i temi di stretta attualità sindacale oltre che a fare il punto sulle numerose vertenze contrattuali ancora aperte, come i Ccnl del Terziario, dei Pubblici Esercizi, della Grande Distribuzione e della Ristorazione Collettiva. Sarà, inoltre, spunto per presentare un articolato progetto di formazione che coinvolgerà i quadri e dirigenti sindacali della struttura, oltre che a deliberare l'adozione di un codice etico che codifichi le regole e i comportamenti da tenere all'interno della organizzazione". Nella mattinata di sabato, durante lo svolgimento dei lavori interverrà anche il segretario generale dell'Umbria Enzo Gaudiosi: "Questa riunione del Consiglio Nazionale – spiega Gaudiosi – sottolinea la costante attenzione dell'Ugl nei confronti dell'Umbria. La crisi, nella nostra regione, ha messo in ginocchio il settore del Terziario, "collezionando" la triste cifra di decine di vertenze aperte, negozi che chiudono e attività sempre più in bilico. Il Consiglio, come tutto il sindacato – conclude Gaudiosi – vigilerà affinché i lavoratori dell'Umbria abbiano la maggiore tutela possibile e lavorerà per permettere all'intero tessuto sociale e produttivo della nostra regione di risollevarsi al più presto".
 
 
 
 

Situazione "sicurezza": incontro tra Ugl e la Presidente Marini

Economia

Questa mattina, 23 aprile, una delegazione dell'Ugl ha incontrato, presso Palazzo Donini, la Presidente regionale Catiuscia Marini per affrontare la precaria situazione sulla "sicurezza" che si verrà a creare sul territorio umbro, vista l'annunciata chiusura di diversi presidi della Polizia di Stato sul territorio regionale. Il taglio delle risorse a livello nazionale comporterà l'accorpamento del compartimento della Polizia Stradale dell'Umbria sotto quello della Toscana, oltre alla chiusura definitiva della Polizia Postale di Terni e della Polizia Ferroviaria di Orvieto. All'incontro con la governatrice hanno preso parte il segretario generale Ugl Umbria Enzo Gaudiosi, il segretario nazionale Ugl Polizia di Stato Pamela Franco, il segretario regionale Giovanni Barlozzari e il segretario provinciale Alessandro Granaroli. Sul tavolo anche la questione dei tagli economici al Comparto Sicurezza che mettono a rischio pure la sopravvivenza della Scuola di Polizia di Spoleto. "Allo stato attuale - hanno spiegato i segretari Ugl alla governatrice - non vi è nessun accordo sulla "somma dell'affitto annuale" tra il Ministero dell'Interno, che propone un massimo di circa un milione 800mila euro l'anno, e la proprietà della struttura immobiliare, che vuole mantenere gli attuali tre milioni 900mila circa. Secondo quanto abbiamo appreso da pochi giorni, il Viminale avrebbe inviato la lettera di recesso del contratto d'affitto che scadrà il prossimo mese di novembre. Se la situazioni non si sblocca – sottolineano i vertici dell'Ugl - la Scuola di Polizia di Spoleto, a quella data, terminerà di esistere. In questo caso, oltre il problema sicurezza, verrebbe meno anche un importante indotto economico per la città, prodotto dalla presenza di allievi e corsisti. Una realtà che non possiamo assolutamente perdere".
Una tematica per cui la Presidente regionale ha espresso profonda sensibilità, chiedendo ai vertici Ugl un aggiornamento costante e annunciando un suo interessamento ai più alti vertici politici e istituzionali per sbloccare lo "stallo" della Scuola di Polizia di Spoleto e i tagli del comparto sicurezza.
 
Casi Giudiziari
Immagine
Il dipendente perde le staffe? Niente licenziamento

La reazione "forse scomposta" ma "comprensibile" del dipendente che ha subito un provvedimento ingiusto non può dar luogo al licenziamento, in quanto non rompe il vincolo fiduciario con l'azienda. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 27053/2013, respingendo il ricorso dell'Agenzia delle entrate contro un proprio dirigente... Leggi tutto...
L'Indiscreto

Ultimi Video

L'Analisi
Immagine
USL Umbria 1. Campagna di vaccinazione 2016/2017

Riceviamo e pubblichiamo la nota USL Umbria 1 sulla campagna di vaccinazione 2016/2017    Sebbene alcuni sintomi pseudo-influenzali abbiano già costretto a letto alcuni umbri, è nel mese di dicembre che il vero virus dell'influenza epidemica stagionale inizierà a colpire la popolazione con un picco previsto, come al solito... Leggi tutto...
L'Intervista
Immagine
Torna il "Mercoledì Rock", ne parliamo con lo Staff Roghers

Ancora pochi giorni e il prossimo 22 ottobre riprenderà il tanto atteso appuntamento con il "Mercoledì Rock" del 100dieci Cafè di Perugia, promosso dallo Staff Roghers. Un evento fisso settimanale che, nelle scorse edizioni, ha registrato un continuo sold out. Ne parliamo con due degli organizzatori, Luca Rovito e... Leggi tutto...

Contatta la Redazione

* Tutti i campi sono obbligatori
1. Nome: *
2. E-mail: *
3. Messaggio: *
 
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video
Diritto e Rovescio
News Libri
Immagine
50 poesie. La presentazione al Teatro di Figura

Al via sabato 29 ottobre lle ore 18 presso il Teatro di Figura di Perugia la presentazione del libro 50 poesie di Nicola Castellini (Bertoni Editore).... Leggi tutto...

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE