Get Adobe Flash player
Home Cultura e Società
Condividi

Cultura e Società - Notizie dalla regione Umbria

A tutto rock'n'love con i Sex Mutants

Cultura e Società

Instancabili e dinamici i Sex Mutants non si fermano mai e, terminata la stagione estiva, annunciano già le date del Love Tour - Winter '16. Imminente il taglio del nastro del tour di concerti per la band perugina che sabato 22 ottobre salirà sul palco del Gesto in pieno centro storico di Perugia. Venerdì 28 ottobre sarà invece la volta del PantaRei di San Mariano di Corciano mentre sabato 29 il gruppo sarà in scena a Panicale nell'ambito della manifestazione Pan'Olio. Ancora, il 31 ottobre,  si torna ancora in centro per festeggiare Halloween allo Shamrock e l'11 novembre serata a Magione al Gemini Lounge Cafè. 

Music style - Da Rino Gaetano alla Carrá, dai Ricchi e Poveri a Pappalardo, dagli Articolo 31 a Mannarino fino ai Negrita, il repertorio live dei Sex Mutants spazia, in oltre due ore di musica, dai Settanta ai Novanta, con incursioni sonore degli ultimi successi, come Vorrei ma non posto e Roma-Bangkok, o omaggi a hit super ballabili straniere come Just can't get enough (Depeche mode), Gotta feeling (Black eyed peas) e Thuthumbing dei Chumbawamba. Il tutto mixato e riletto in chiave punk-rock per cantare, saltare e ballare: dal palco la musica suonata dal vivo dai Sex Mutants diventa un coinvolgente megamix di canzoni come fosse un dj a curare la selezione musicale. 
 
Sex Mutants - Sul palco Michele Milletti (voce e chitarra ritmica), Paolo Menichetti (chitarra solista), Federico Cerimonia (basso) e Francesco Rondolini (batteria), insieme per uno show trascinante e la sfida lanciata al pubblico, con tanto di premio per chi canta più forte.
 
 

Giornata Nazionale Teatri Aperti. Al Morlacchi Caterina Fiocchetti racconta Rina Gatti

Cultura e Società

In occasione della Giornata Nazionale Teatri Aperti, istituita su proposta del Ministro della Cultura Dario Franceschini con l'obiettivo di avvicinare i cittadini al teatro, sabato 22 ottobre (ore 18) andrà in scena al Teatro Morlacchi di Perugia Madonna. Il Teatro Stabile dell'Umbria aderisce infatti all'iniziativa in collaborazione con la Fondazione Perugia Musica Classica di Perugia. 

 
Madonna - narrazione per attrice e violoncello di e con Caterina Fiocchetti e le musiche composte ed eseguite dal vivo da Andrea Rellini. Lo spettacolo nasce nel 2006 in seno a un'indagine artistica di Caterina Fiocchetti sulle sue origini e il territorio umbro. È un viaggio tra le parole, i suoni e le immagini che la scrittrice Rina Gatti ha lasciato nei suoi scritti. Un percorso tra le memorie e le suggestioni che questa donna comincia ad annotare all'età di sessantacinque anni, nel momento in cui scopre che può dedicare tempo anche a se stessa. I ricordi ingenui di una ragazzina che nasce nelle campagne dell'Umbria alle porte della seconda guerra mondiale fanno strada a una donna che matura affrontando matrimonio e maternità in un momento storico in cui la società contadina si incontra e si scontra con una prima coscienza politica, la religione, l’ignoranza e con la sempre più pressante necessità di sopravvivere.  
Attraverso un linguaggio schietto, semplice, genuino come la comunità agreste che descrive, la scrittrice "muove" l'attrice e dà vita e dignità a valori e caratteri che sono parte del patrimonio genetico umbro. Storie di una realtà ormai quasi scomparsa, ma nelle quali è facile ritrovare le nostre nonne, zie, madri, in un percorso che ci ricongiunge alle nostre origini. Il fenomeno letterario Rina Gatti "la sola scrittrice contadina italiana", oltre a essere una bella storia da raccontare e interpretare, ha un valore culturale altissimo. L'interpretazione di Caterina Fiocchetti diventa pura musica da guardare e da ascoltare. La melodia composta dal violoncellista Andrea Rellini, eseguita dal vivo, dialoga con l'attrice e arricchisce la performance di emozione. 
 
 

In the HeartH of Chocolate. A Perugia un ponte tra produttori e consumatori

Cultura e Società

Sarà il Salone d'Onore di Palazzo Donini a Perugia ad ospitare, nell'ambito di Eurochocolate, il summit internazionale In the HeartH of Chocolate. Domani, 19 ottobre (dalle ore 9), al summit, nato per favorire il confronto fra i produttori di cacao e cioccolato di tutto il mondo, parteciperanno il Brasile, l'Ecuador, il Gabon, Haiti, la Repubblica Dominicana, il Perù, la Costa Rica e São Tomé e Príncipe. Quest'anno l'incontro, moderato dalla ICCO, affronterà il tema Building bridges between Chocolate Consumers and Cocoa Producers, una riflessione sulla qualità, sostenibilità e valorizzazione dell'origine del cacao. 

Promuovere commercialmente la qualità, la sostenibilità e l'origine del cacao è una delle sollecitazioni emerse durante la Terza Conferenza Mondiale sul Cacao (maggio 2016): un deciso appello rivolto ad aziende e consumatori per una produzione e un consumo responsabili. 
Durante il Summit, si terrà anche l'assegnazione dei Chocoday Ambassador: la rete internazionale di esperti di settore e opinion leader pronti a veicolare i principi cardine del Manifesto Chocoday, la giornata dedicata al cacao sostenibile e al consumo responsabile del buon cioccolato, promossa nel 2005 da Eurochocolate e da sempre celebrata il 12 ottobre, data della scoperta dell'America e del conseguente arrivo in Europa del Cibo degli Dèi.  Gli Ambasciatori, individuati tra i più rappresentativi ospiti internazionali di Eurochocolate 2016, verranno ufficialmente insigniti del riconoscimento. 
A chiudere la giornata, il Workshop dedicato alla Presentazione del Cluster Agrimech e Bioplastiche e del progetto dell'Università dei Sapori in America Latina. A cura del Servizio Internazionalizzazione del sistema produttivo e finanza d'impresa della Regione Umbria. L'appuntamento, riservato alle delegazioni Internazionali, è fissato per le 14.30 al Salone d'onore di Palazzo Donini. 
 

Umbria Convention & Events Bureau a Roma e Milano per mostrare l'offerta turistica umbra

Cultura e Società

Due gli incontri organizzati da Umbria Convention & Events Bureau, consorzio di promozione turistica regionale che si occupa di congressi ed eventi, durante verrà descritta l'offerta turistica umbra agli operatori di settore e alla stampa specializzata. Il primo a Milano il prossimo 19 ottobre, il secondo a Roma il 21 novembre. 

Durante i due appuntamenti Umbria Convention & Events Bureau e gli altri consorzi turistici della rete Umbrialifestyle, incontreranno tour operator e giornalisti seguendo un  format ormai consolidato. Nel pomeriggio si terrà un workshop operativo durante il quale gli operatori della domanda conosceranno i Club di Prodotto dell’intera offerta turistica tematica umbra. La serata proseguirà con un momento conviviale di degustazione di prodotti tipici umbri. 
Arte e cultura, sport, vacanza attiva, natura e benessere, enogastronomia, wedding e grandi eventi: i percorsi tematici dell'Umbria permettono un'esperienza composita e traversale del territorio. Umbrialifestyle è un invito a scoprire la ricchezza del Cuore verde d'Italia, avvalendosi dei servizi progettati e offerti da un insieme di operatori turistici del territorio che ha scelto di lavorare in sinergia per garantire esperienze di viaggio inedite e coinvolgenti. 
 
 

Umbria Jazz Winter. Orvieto in attesa della XXIV edizione

Cultura e Società

UJ al lavoro per la stagione invernale dell'Umbria Jazz Winter che dal 28 dicembre al 1 gennaio tornerà ad invadere le vie del centro storico della Città della Rupe. Non solo musica, ma anche la possibilità di visitare luoghi che testimoniano una antica civiltà, ottimo cibo e grandi vini. Un festival a misura d'uomo in una terra che da sempre fa della qualità della vita un tratto fondamentale della sua identità. 

Oltre al jazz americano, ad andare in scena sara il filone italiano: dagli USA arriva Ryan Truesdell con il suo rispettoso (ai limiti della filologia) progetto su Gil Evans, con Paolo Fresu special guest. Ad Orvieto viene presentato un nuovo lavoro sulle pagine originali di due dei quattro dischi che Evans incise con Miles Davis, Miles Ahead (1957) e Porgy and Bess (1958), capitoli fondamentali della storia Due i gruppi diretti da altrettanti contrabbassisti, il nuovo trio di Christian McBride con Christian Sands al pianoforte e Jerome Jennings alla batteria, ed il quartetto (con due chitarristi, Jose Cardenas e Adam Rogers) di John Patitucci. Da non perdere il duo tutto contrabbasso McBride-Patitucci, improvvisato per l'occasione, mentre ormai stabile è l'altro duo Steve Wilson - Lewis Nash, che a Orvieto è già stato ascoltato più volte e sempre con successo: due maestri del sassofono (Wilson) e della batteria (Nash) che hanno trovato in questa piccola grande band una formidabile coesione. Altro ospite abituale del festival, anche in estate a Perugia, è Allan Harris, vocalista e chitarrista che Umbria Jazz ha contribuito a lanciare: oggi Harris è un nome di primo piano nella ristretta cerchia della vocalità jazz da quando è stato nominato dall'annuale, prestigioso referendum dei critici di Downbeat "Rising star jazz vocalist". Più che una curiosità è la giapponese, newyorkese di adozione, Chihiro Yamanaka, una allieva del Berklee College of Music di Boston che interpreta in modo originale la superclassica formula del piano trio. Tutto italiano è invece un altro dei progetti di punta di Umbria Jazz Winter # 24, con Paolo Fresu e Gaetano Curreri, voce e leader degli Stadio, dedicato al "jazz di Lucio Dalla e Fabrizio De Andre'". Con loro, anche Raffaele Casarano e Fabrizio Foschini. Il jazz italiano incontra dunque le canzoni di due dei nostri più grandi songwriter che il jazz lo hanno suonato, chi più chi meno, e che del jazz restarono sempre innamorati. Il suggestivo titolo è: "Le rondini e la luna". Nel programma dell'edizione numero 24 figurano altre figure importanti del jazz italiano come il duo Dado Moroni, pianoforte, e Luigi Tessarollo, chitarra, ed il trio di Giovanni Tommaso al contrabbasso, Rita Marcotulli al piano e Alessandro Paternesi alla batteria. La formula del festival prevede molto altro: eventi diffusi nel centro storico a tutte le ore e per tutti i gusti in location importanti come il teatro Mancinelli, il museo Emilio Greco, il Palazzo del Capitano del popolo. E, ancora, jazz dinner, marching band (i Funk Off), jam session notturne, musica no stop a Palazzo dei Sette. Oltre al jazz qui si possono ascoltare anche "generi" più popolari, perché Umbria Jazz ha una visione aperta della musica, purché di qualità. Si va dunque dalle canzoni di Vincent Van Hessen, in arte solo Vince, con la sua tradizione di  musicista di strada, al jazz delle origini (New Orleans e dintorni) riproposto con freschezza dagli Sticky Bones; dall'organ trio di Max Ionata alla cantabilità della Swing Valley Band diretta da Giorgio Cuscito; da Accordi Disaccordi con il loro gypsy jazz alla gioiosa vitalità di Sammy Miller and the Congregation, una delle rivelazioni della scorsa edizione estiva di Umbria Jazz, fino a Mario Donatone, pianista, cantante ed entertainer tra blues e jazz. 
Moenti clou del festival restano, come da tradizione, la Messa di Capodanno nel Duomo con il gospel ed i canti religiosi della tradizione afroamericana (quest'anno, Dexter Walker & Zion Movement) e la notte che saluta l'arrivo del 2017 con i veglioni ed i concerti. Chi vuole, può tirar tardi fino all'alba. 
Umbria Jazz offre, infine, una vetrina a due giovani formazioni: la vincitrice del Conad Contest 2016 ed il Berklee/Umbria Jazz Clinics 2016 Award Group. 
 
 

A Terni, Città di Castello e Foligno è 'L'ora di ricevimento'

Cultura e Società

Dopo il successo di pubblico e critica ottenuto nel corso delle recite al Teatro Cucinelli di Solomeo, dove ha debuttato il 29 settembre, L'ora di ricevimento prodotto dal Teatro Stabile dell'Umbria, con la prestigiosa regia di Michele Palcido, arriva negli altri teatri della regione. 

Lo spettacolo inaugura tre Stagioni di Prosa, da martedì 18 a venerdì 21 ottobre, alle 21 sarà al Teatro Secci di Terni, domenica 23 ottobre, alle 21, al Teatro degli Illuminati di Città di Castello, lunedì 24 ottobre, alle 21 al Politeama Clarici di Foligno.
Il testo appositamente scritto per lo Stabile dell'Umbria da Stefano Massini racconta con verità e ironia, l'incontro–scontro culturale, sociale e religioso tra le famiglie di una classe di bambini della periferia di Parigi. Nei panni del protagonista, un professore che si rammarica di non riuscire mai a portare alla fine dell'anno tutti i suoi allievi, un artista di rara intensità e sensibilità, Fabrizio Bentivoglio, affiancato dalla Compagnia dei Giovani del Teatro Stabile dell'Umbria.
"Il professor Ardeche è un insegnante di materie letterarie - racconta Massini - un disilluso, un cinico, uno spietato osservatore e un lucidissimo polemista. Fra le sue passioni svettano Rabelais e il Candide di Voltaire. Peccato che la sua classe si trovi nel cuore dell'esplosiva banlieue di Les Izards, ai margini dell'area metropolitana di Tolosa: un luogo in cui la scuola, al di là di Rabelais e di Voltaire, è una trincea contro ogni forma di degrado. La scolaresca che gli è stata affidata quest'anno è ancora una volta un crogiuolo di culture e razze, con l’incognita sempre in agguato di improvvisi crolli: nella convinzione che il vero trionfo sarebbe portare fino in fondo i suoi allievi senza perderne nessuno per strada, il professor Ardeche riceve le famiglie degli scolari ogni settimana per un'ora, dalle 11:00 alle 12:00 del giovedì. Ed è attraverso un incalzante mosaico di brevi colloqui con questa umanità assortita di madri e padri, che prende vita sulla scena l'intero anno scolastico della classe Sesta sezione C, da settembre a giugno. Al pubblico spetta il compito di immaginare i visi e le fattezze dei giovanissimi allievi, ognuno ribattezzato dal professor Ardeche con un ironico soprannome, e ognuno protagonista a suo modo di un frammento dello spettacolo. Sullo sfondo, dietro una grande vetrata, un grande albero da frutto sembra assistere impassibile all'avvicendarsi dei personaggi, al dramma dell'esclusione sociale, ai piccoli incidenti scolastici di questi giovani apprendisti della vita. E il ciclo naturale della perdita delle foglie e della successiva fioritura accompagna lo svolgersi regolare di ogni anno scolastico, suonando quasi come un paradosso davanti a quel mondo, esterno alla scuola, che di anno in anno è sempre più diverso". 
Info al Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell'Umbria, tutti i giorni feriali, dal lunedì al sabato, dalle 16 alle 20:: 075/57542222.
 
 
Casi Giudiziari
Immagine
Il dipendente perde le staffe? Niente licenziamento

La reazione "forse scomposta" ma "comprensibile" del dipendente che ha subito un provvedimento ingiusto non può dar luogo al licenziamento, in quanto non rompe il vincolo fiduciario con l'azienda. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 27053/2013, respingendo il ricorso dell'Agenzia delle entrate contro un proprio dirigente... Leggi tutto...
L'Indiscreto

Ultimi Video

L'Analisi
Immagine
USL Umbria 1. Campagna di vaccinazione 2016/2017

Riceviamo e pubblichiamo la nota USL Umbria 1 sulla campagna di vaccinazione 2016/2017    Sebbene alcuni sintomi pseudo-influenzali abbiano già costretto a letto alcuni umbri, è nel mese di dicembre che il vero virus dell'influenza epidemica stagionale inizierà a colpire la popolazione con un picco previsto, come al solito... Leggi tutto...
L'Intervista
Immagine
Torna il "Mercoledì Rock", ne parliamo con lo Staff Roghers

Ancora pochi giorni e il prossimo 22 ottobre riprenderà il tanto atteso appuntamento con il "Mercoledì Rock" del 100dieci Cafè di Perugia, promosso dallo Staff Roghers. Un evento fisso settimanale che, nelle scorse edizioni, ha registrato un continuo sold out. Ne parliamo con due degli organizzatori, Luca Rovito e... Leggi tutto...

Contatta la Redazione

* Tutti i campi sono obbligatori
1. Nome: *
2. E-mail: *
3. Messaggio: *
 
Seguici su Facebook    Seguici su Twitter    Feed Rss Atom    Seguici su Google +    Guarda i nostri video
Diritto e Rovescio
News Libri
Immagine
50 poesie. La presentazione al Teatro di Figura

Al via sabato 29 ottobre lle ore 18 presso il Teatro di Figura di Perugia la presentazione del libro 50 poesie di Nicola Castellini (Bertoni Editore).... Leggi tutto...

HOME | MAPPA DEL SITO | POLITICA | ECONOMIA | CRONACA | CULTURA E SOCIETA' | SPORT | LIBRI | DIRITTO E ROVESCIO | CASI GIUDIZIARI

LOGIN | WEBMAIL | LA REDAZIONE